Questo sito web utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione.

PROSSIMAMENTE

Share Button

Programma anno 2019 - 20

Appassionati alla terra e ai suoi abitanti
versetto dell'anno: Ogni creatura che respira dia lode al Signore (salmo 150,6)

Focalizzeremo le nostre attività sulla terra e la salvaguardia del creato nel tempo in cui cogliamo l’urgenza spirituale di una nuova consapevolezza e  responsabilità della nostra generazione perché si inverta la rotta e si vada verso una “riparazione” del delicato equilibrio del pianeta e dei suoi abitanti.
Il tema della bellezza e della custodia sarà declinato in molti modi, con studi e incontri, ma anche con visite e ritiri a contatto con la natura.  
Appassionati alla terra e ai suoi abitanti (che può anche essere letto con l’accento sulla “o” come un appello:  “appassionati!”) vuol dire non perdere di vista ma tenere al centro anche il tema dell’umanità e della lotta contro ogni forma di disumanizzazione degli abitanti della terra. Appassionarsi ( che significa anche “patire con”) vuol dire essere impegnati e al servizio con la mente e col cuore.
Il versetto del salmo 150 pone la lode a Dio che crea e soffre con le sue creature, come luogo di resistenza spirituale al male, all’incuria e al disprezzo verso la terra e i suoi abitanti.

Meditazione della settimana

Genesi 6,7,8 e 9
Il genere umano, Noè e Dio
1. L'ESSERE UMANO PRIMA E DOPO IL DILUVIO
a. Lo stato del genere umano è segnato da un duplice grave peccato: la corruzione e la violenza.
 Sembra la fotografia impietosa delle condizioni in cui versano molti paesi che conosciamo molto bene anche nel nostro tempo.
Potremmo perfino precisare meglio: la corruzione dilagante genera ribellione, la ribellione è spesso repressa nella violenza dai regimi autoritari. Ma le dittature sono sempre marcate dalla corruzione e così si chiude il cerchio. Abbiamo visto in questi giorni video di poliziotti cileni che prima di picchiare i dimostranti sniffava

...