Questo sito web utilizza cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione.

Meditazione della settimana

Testo: Salmo 63

Il salmo comincia con un’immagine in cui tutto è mancanza.
Se il deserto è la rappresentazione dell’anima, il paesaggio interiore appare immoto, senza aperture, senza futuro, senza appigli, senza niente, capace  soltanto di esprimere la propria desolazione.
E’ una preghiera che sgorga dal profondo, forse all’inizio è mormorata come da labbra screpolate,
articolata senza quasi fiato da una gola riarsa impastata di polvere.

O Dio, tu sei il mio Dio,  io ti cerco dall’alba…

La notte non è stata vinta ancora e getta la sua ombra su tutto mentre chi mette insieme queste parole nell’oscurità cerca, cerca Dio a partire da un bisogno bruciante, assoluto.

...